La pianificazione strategica

Pianificazione Strategica

Se hai un azienda, non puoi non fare pianificazione strategica.

Sarebbe come avere la patente e un auto ma non avere alcuna idea sulla destinazione, sulla direzione da prendere, sul tempo necessario per arrivare.

O, per usare un immagine marinara, sarebbe come avere una bellissima barca, delle vele fantastiche e un vento leggero e costante, ma non avere idea di dove manovrare e indirizzare la prua.

Avete mai visto un aereo decollare senza sapere dove andare?

Senza pianificazione strategica la vita della tua azienda assomiglia a una passeggiata primaverile a zonzo in un dedalo di vie strette e contorte. Piacevole forse, ma non proprio soddisfacente. Invece, soprattutto in questo periodo storico, la pianificazione strategica ti aiuta a trovare la direzione giusta, a dettare i passi da compiere e a prevedere destinazione, tempi e risultati. E non è poco.

Cos’è la Pianificazione Strategica

Assieme alla gestione delle persone, la pianificazione strategica è l’unica vera attività che l’imprenditore dovrebbe fare, la priorità più importante: in poche parole, si tratta di pensare al futuro dei mercati dove l’impresa opera, dei clienti e a volte dei fornitori con i quali lavora, dei prodotti che propone.

Rappresenta tutte quelle attività che danno all’impresa una direzione precisa, chiara, concordata e condivisa con il gruppo.

Significa avere le idee chiare, possibilmente scritte a creare il Piano Strategico Aziendale, su cosa produrre e come, per chi e come vendere nel mercato di riferimento o in un mercato nuovo. Significa dare una direzione alla prua della tua nave, senza che siano le correnti del mare o di altre barche a farlo. O, se preferisci, significa con la tua patente e sulla tua macchina guidare verso una destinazione chiara e nota, per arrivarci entro un certo orario in una certa forma.

Le decisioni derivanti dall’avere idee chiare sulla direzione aziendale definiscono la strategia aziendale e la strategia di business da mettere in campo per raggiungere l’obiettivo; più semplicemente, definiscono i capitoli più importanti del Business Plan.

L’attività di pianificazione strategica infatti si materializza con un elaborato che prende il nome di piano strategico, formato da un piano industriale, il  business plan, e da un piano economico-finanziario.

In maniera molto concisa, possiamo definire la pianificazione strategica come l’insieme di alcuni passi:

  1. La definizione precisa e possibilmente numerica degli obiettivi a corto, medio e lungo periodo (tipicamente 1-3-5-anni),
  2. L’analisi dell’eventuale strategia esistente e dei risultati prodotti,
  3. Lo studio delle condizioni di mercato, la definizione dei modelli di business e dei piani di azione con i relativi progetti.
  4. La costruzione, l’analisi e la definizioni di SCENARI alternativi e quindi delle varianti più probabili al Piano Strategico originale. Fattore molto importante, addirittura indispensabile in un mondo VUCA.

Et voilà.

Perché ti devi occupare della Pianificazione Strategica

Perché se vai semplicemente a fare un giro in macchina, consumi benzina e non concludi nulla.

Perché se non punti la prua nella direzione che desideri e non drizzi le cime non riuscirai a raggiungere alcun porto.

E se non decidi tu, qualcun altro deciderà la tua direzione, ma per suo vantaggio. Non certo per il tuo. E avrà ragione lui.

Puoi vivere in questo modo, determinato dalle scelte di altri, per il loro vantaggio e non per il tuo, e non puoi essere biasimato; in questo caso però, non abbiamo molto da dirci. Se invece vuoi dare una tua direzione alla tua azienda, per il vantaggio tuo e di chi vive e lavora con te, allora sì che ci siamo.

In questo modo, oltre ad essere l’unico modo per riappropriarti della motivazione degli inizi e prendere in mano davvero l’attività fondamentale come imprenditore, ci sono altri vantaggi che otterrai.

Quando crei e condividi un piano strategico con il tuo team, puoi:

  • fare in modo che tutti i membri lavorino per uno scopo comune, e non ciascuno per sé;
  • definire gli obiettivi a breve termine in maniera proattiva, assegnare obiettivi e misurare i risultati;
  • definire obiettivi a lungo termine, quindi quelli a medio e a breve termine per supportarli;
  • valutare la situazione attuale e le relative opportunità o minacce;
  • decidere, riducendo dubbi e procrastinazione;
  • aiutare la tua azienda ad essere più durevole, perché stai pensando a lungo termine;
  • aumentare la motivazione e il coinvolgimento.

E, sinceramente, ti pare poco?

Ricorda, se non dai una direzione tu alla tua azienda, ci saranno altri che se ne occuperanno: fornitori, clienti, a volte addirittura dipendenti. Gli investimenti però sono i tuoi, il rischio è il tuo: forse è meglio che sia tu a decidere. O no?

Di questo e di molto altro parleremo allo SPECIAL della White Academy del prossimo 16 e 17  giugno. Se invece vuoi approfondire maggiormente con noi questi argomenti, scrivi pure a chiedi@whitening.life ti risponderemo prontamente.

Per approfondire i nostri percorsi e sui nostri servizi, visita la pagina del sito dedicata al nostro shop. Puoi cominciare semplicemente anche solo leggendo un libro: ti consiglio questo qui.

Frase del mese di Aprile 2024:

“Se tu potessi prendere a calci nel sedere il responsabile della maggior parte dei tuoi problemi, non potresti sederti per un mese”

Theodore Roosevelt 

WhiteningNewsletter
Articoli recenti

Share This Story, Choose Your Platform!

Post correlati

keyboard_arrow_up